London Calling #2

Per poco non mi scotto la lingua!
Questo cappuccino al caramello è bollente tanto quando gustoso!
Fuori piove. Mio dio, amo ripararmi quando piove!
Sembra che questi posti siano fatti apposta per farti sentire come sul divano di casa.
Una bevanda calda tra le mani; una poltrona comoda; un vetro per osservare la pioggia cadere. Ci si può levare la giacca e sentirsi caldi, protetti, soli e allo stesso tempo in compagnia.
Già, perché sono qui seduta a un tavolo di “Costa”, una caffetteria al centro di Ilford a Londra, circondata da persone altrettanto sole con in mano uno smartphone o un giornale e ovviamente una bevanda calda.
Chi in giacca e cravatta, chi in tuta. Tutti che gustano il calore dell’ambiente.
Qui dentro ci si sente meno soli. Come se ci facessimo compagnia a vicenda.
Mi viene spontaneo chiedermi perché a quest’ora della mattina tutti hanno del tempo per prendersi un cappuccino e stare davanti allo schermo di un telefono?
Per esempio questo signore davanti a me: occhi di un azzurro glaciale, giacca blu con righe bianche, taschino e fazzoletto, un orologio sul polso destro, un telefono in una mano e un telefono nell’altra, che si libera solo per bere il bibitone di caffè! Sarà sicuramente un business man, ma perché a quest’ora è qui anziché in ufficio tra colleghi, pareti specchiate e telefoni che squillano?
Forse qui si fa così… Durante la mattinata ci si riserva un po’ di tempo per pensare a se stessi e godersi un caffè!
Potrei abituarmi a questo stile. In fondo il motivo per cui sono venuta a Londra era per pensare un po’ di più a me stessa.
E’ bellissimo stare qui: guardarsi a vicenda, immaginare le vite altrui e sentirsi come in una bolla isolata dal mondo esterno.
La porta d’entrata continua ad aprirsi e ogni volta entra un leggero soffio d’aria fresca. Meglio andare a comprare un maglione… Ogni scusa è buona per comprarne uno!

Camilla Arbore

1 commento

  1. Trovare il tempo per i propri riti ogni giorno è un premio che in una città frenetica come Londra deve essere qualcosa di fantastico.

Lascia un commento