P.S. – Cari Lettori

Cari Lettori,
questa non è la solita lettera di augurio da scrivere a un amico. No. Queste parole sono per i sognatori, per chi è un po’ maldestro, spensierato, imbranato… anche visionario.

Ho scelto di parlare a voi, perché fate parte di quella porzione dell’universo in cui, pur essendo materialmente difficile, riuscite a far diventare tutto possibile, quasi tangibile.

Può sembrare banale, ma nella vita è essenziale saper sognare. Si sogna per alimentare a vuoto le nostre speranze, si sogna perché quando tutto è ormai monotono, di quel brutto grigio spento, immaginare l’arcobaleno ci aiuta a tirarci su. Talvolta si sogna perché ci è rimasto solo un sogno a cui aggrapparci, altre volte ancora, sogniamo perché puntiamo tutto sul nostro più intimo e profondo desiderio, la felicità.

Sì, noi siamo degli esseri che vogliono raggiungere la felicità, ma come? Beh… il come, cari Lettori, varia da persona a persona. Ogni singolo componente in natura si distingue dagli altri, ha dei tratti che lo rendono unico, speciale. Non importa se sia con un buco o una macchia, poiché pur se apparentemente sono difetti, sono comunque tratti distintivi. So però che ci lega un interesse comune fra piante, esseri umani, altri esseri viventi, persino i sassi, tutti in questa enorme capsula del tempo che è la Terra, vorremmo la serenità. Ora, non so come raggiungere la felicità, ma una cosa può aiutarmi, a occhi aperti, chiusi, su un letto morbido o sulla spiaggia di notte: immaginare.

L’immaginazione ci permette di aprire i nostri orizzonti e sognare qualcosa che, sapendo superare gli ostacoli, potrebbe aiutarci a essere sereni. Immaginiamo quindi qualsiasi cosa sia in grado di farci emozionare, che ci faccia venire la pelle d’oca.

Cari Lettori, sognate. Non importa se sembra impossibile ciò che immaginate, non importa se qualcuno dirà che non conta nulla, io penso che se quel qualcosa ci fa commuovere, se sentiamo che ne vale la pena continuare a spenderci sopra notti insonni, allora è giusto.

Non c’è nulla di cui avere paura. Essendo positivi e sognando cose che provengono dal cuore, spesso va tutto bene, e a noi serve sapere che va tutto bene.

Questi frammenti di pensiero vanno quindi a chi è in grado di raggiungere la felicità con un semplice sogno, e a chi si sente un po’ perso, per ricordargli che nel mondo dei sogni, quelli belli, una strada attraversata da fiori e scaldata dai raggi del sole la troverà sempre… basta solo usare l’immaginazione.

-Lakea Luttazi

Lascia un commento