Abbiamo un piano anche noi!

Roma – Non una di meno:

Nella giornata del 25 novembre del 2017 siamo sces* in piazza insieme a più di 150mila donne e uomini per dire “BASTA” ad ogni forma di violenza. Partit* da Piazza della Repubblica siamo arrivat* fino a Piazza San Giovanni facendoci sentire tra cori e canzoni, con i quali abbiamo espresso la nostra rabbia per i diritti violati. Tra manifesti, cartelloni, palloncini, trucchi artistici sul viso, non potevano mancare le bande musicali, per dare un senso di ritmo a questa manifestazione durata fino a sera, che ha unito donne e uomini in una lotta che non riguarda solo il sesso femminile, ma interessa maggiormente gli uomini che, sfortunatamente, non erano abbastanza.
Si è parlato di femminicidi, di violenza (tra cui quella negli asili), di omotransfobia, di aborti negati e tanto altro, pretendendo libertà assoluta su noi stesse. Quindi che fare? Ecco il nostro piano: insegniamo a non violentare, piuttosto che a difendersi, iniziando un percorso di formazione dove facciamo capire loro quanto sia importante l’uguaglianza tra i sessi. Spesso le donne sono le prime ad avere un atteggiamento sessista, questo perché ci hanno indottrinato a forza una visione maschilista del mondo. È molto importante sensibilizzare i giovan* di oggi affinché possano capire la gravità di un semplice gesto, parola o comportamento nei confronti del sesso opposto.

Nel 2017, tra gennaio e luglio, si sono riscontrati più di 2300 casi di abusi su donne, e noi Italian* siamo i più coinvolti in questa carneficina. Siamo persone e pretendiamo libertà, pretendiamo i nostri diritti.

Ci faremo sentire ancora, “non siamo fiorellini da accudire, ma una tempesta che non saprete domare!” Alla prossima manifestazione!

Di seguito, il video realizzato dalla nostra blogger Valentina che ha partecipato in prima persona alla manifestazione.

 

Nicol Ursini

Valentina Bruni

                                                                                                                                                                     

                                

Lascia un commento