Ammazzacaffè
Scriviamo cose, intervistiamo gente

Pensieri al buio

da 25 Mar 2014Creazioni, Culture0 commenti

Da piccola avevo paura del buio.
Ricordo che litigavo con mia sorella, perché quando dormivano in stanza insieme, lei voleva il buio più totale e io sempre una lampadina accesa.
Ne ero terrorizzata, perché una volta sdraiata a letto, a occhi chiusi, quando andavo a riaprirli non vedevo nulla, mi sentivo come cieca.
Ora di tempo ne è passato, di cose ne sono successe, e la paura del buio è come svanita. Quando mi sdraio al buio e apro gli occhi, mi fanno compagnia i pensieri, mi sento al sicuro al buio, posso piangere in silenzio e nessuno mi vede, mi sento come protetta.
Me lo gusto questo buio.
Mi piace abituare l’occhio a questo mondo più scuro, più mio, mi piace scoprire mano mano le cose.

Sapete no.. Quando si è al buio e si aprono gli occhi non si vede nulla, poi pian piano si comincia a intravedere cosa c’è intorno a noi, fino ad abituarci e vedere tutto chiaramente.
A mio parere chi odia il buio è terrorizzato dalla paura stessa di non avere tutto pronto davanti a sé, l’impazienza di dover avere tutto chiaro quando lo si vuole; è la fatica di dover abituare l’occhio e la mente che non lascia tranquilli.
Crescendo il mio pensiero è cambiato e ho scoperto che non c’è niente di più bello che stare al buio e lasciar andare la mente, far scorrere i pensieri.

Abbiamo così tanta paura di ascoltare le nostre domande!
Non vogliamo ascoltarle perché spesso non sappiamo trovare risposte, ma ci sono momenti in cui i pensieri sono troppi e si accavallano.
A voi succede mai? Quali sono i momenti in cui pensate di più?
A me succede quando salgo in moto.
Salgo in moto e sarà la velocità, i paesaggi suggestivi, sentirsi scorrere il vento addosso, non so di preciso cosa sia, ma so che non penso a trovare risposte, penso e basta; lascio viaggiare la mente, come se tutto potesse rimanere lì chiuso al sicuro dentro quel casco.

Sono a letto, al buio, il volto illuminato dal mio cellulare. E sono qui a scrivervi, perché, in questo preciso istante, la mia mente stava viaggiando tra mille pensieri e ho pensato a quanto tutti noi spesso tratteniamo i nostri viaggi mentali, soprattutto quelli prima di dormire.
Mi chiedo spesso perché la maggior parte di noi la notte viaggi con la mente, la risposta che posso trovare ora è che sarà il buio che ci spinge a viaggiare.
Il buio.. così nemico e spaventoso per alcuni, così amico e rassicurante per altri..

Camilla Arbore

Ammazzacaffe blog

Ammazzacaffe blog

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ammazzacaffè è un laboratorio di comunicazione digitale che unisce studenti da tutta Italia in uno luogo virtuale dove scoprire, discutere e condividere informazione con uno sguardo sul presente dal futuro.

Altri articoli