Ammazzacaffè
Scriviamo cose, intervistiamo gente

Sali in canoa: La metafora del tuo posto felice

da 21 Dic 2022Creazioni, In primo piano0 commenti

Sali in canoa nel momento in cui ti senti triste.

Sali in canoa quando ti senti colmo.

Sali in canoa nel momento in cui ti senti arrabbiato.

Sali in canoa quando ti senti deluso.

Sali in canoa nel momento in cui ti senti in ansia.

Sali in canoa quando vuoi sentirti libero.

Sali in canoa nel momento in cui vuoi avere i tuoi spazi.

Nelle giornate offuscate, e anche nei giorni luminosi, immagina di essere nella tua canoa in un mare infinito, ma pensane una colorata. Il mondo è variopinto perché deve mettere allegria, altrimenti sarebbe stato in bianco e nero, come nei vecchi film. Pensa a un colore vivace: a un verde acceso che rimanda alla speranza, a un giallo che ricorda la felicità o anche a un arancio, simbolo di vitalità e energia. Puoi pensare anche a un rosso acceso, ma già la mia canoa è di questo colore, quindi… abbi più immaginazione! 

Vedrai che ti metterà di buon umore.

Durante la notte, se ti accorgi di avere difficoltà a dormire, immagina di essere nella tua canoa e chiudi gli occhi. 

Vedrai che ti addormenterai.

Caro lettore, ora starai provando a capire cosa io voglia dire con «sali in canoa». Pensa a un luogo, una persona, o tutto quello che esiste nel mondo che ti faccia stare bene e che ti faccia distogliere da tutti quei nebulosi pensieri che girano come un hula-hoop nella tua testa. Questo, se non lo fermi, può diventare pericoloso fino a farti  scoppiare come un palloncino tra i rami di un albero. I palloncini sono simbolo di leggerezza e allegria, perché lasciarli a questo triste destino?

La canoa è la metafora del tuo posto felice.

Caro lettore, così come puoi essere contento per averla già trovata, è possibile che tu sia convinto di non averla, la canoa. In questo caso ciò che devi fare è avere pazienza, poiché, senza che te lo aspetti, uscirà dal suo nascondiglio. Si può dire che si stia “facendo desiderare” aspettando il momento giusto per farsi conoscere.

Non è la stessa situazione delle persone che ritieni al primo impatto “strane”?  All’inizio le reputi silenziose (arrivando al punto di domandarti  perché tu abbia  cominciato il rapporto), ma, conoscendole meglio, scopri ciò che avevano nascosto: il loro splendore.

Caro lettore, il mio consiglio è di impegnarti, anche perché non si gioca forse così a nascondino? Si deve andare a cercare gli altri nel loro nascondiglio perfetto, altrimenti come potrebbero mai uscire? Come faresti a vincere? Non avere pigrizia, poiché giocherai a tuo svantaggio. La felicità deve essere creata e tu sei il vero creatore. Potrai avere attorno a te molte persone ma se non dai inizio all’opera e non la porti avanti, queste, purtroppo, sono inutili.

Caro lettore, non avere paura di cadere nel vuoto, perché la vita è fatta di rischi e se non osi, non troverai mai la felicità. 

Ti dico ciò con il cuore, perchè vorrei che ti sentissi bene. Se ti senti in disequilibrio, pensa a ciò che ti rende felice. 

Se non provi, come fai a non crederci?

Vedrai che tornerai con il sorriso.

Caro lettore,

sali in canoa

e prova a remare per sempre

Maria Ginevra Cialfi

Maria Ginevra Cialfi

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ammazzacaffè è un laboratorio di comunicazione digitale che unisce studenti da tutta Italia in uno luogo virtuale dove scoprire, discutere e condividere informazione con uno sguardo sul presente dal futuro.

Altri articoli

Amarsi

Amarsi

Quando si parla di “amore”, solitamente si parla dell’amore verso gli altri mentre...