Coca-Cola, globalizzazione in bottiglia

imageCoca-Cola: due parole ormai famose. Ognuno di noi conosce la tanto amata bevanda nera che accompagna il nostro pranzo, la nostra cena e il nostro tempo libero. Due parole che rappresentano felicità e compagnia. Ma la Coca Cola non è semplicemente una bevanda frizzante, dal colore scuro; ha alle spalle ben 100 anni di vita. Proviamo a ripercorrere la storia di questa bevanda nata sotto la bandiera a stelle e strisce.
Il “padre” della Coca-Cola fu John Sith Pemberton che, nel 1988 ad Atlanta, creò questa bevanda, o meglio, secondo lui, inventò una medicina. Sì, perché la nostra cara amata bibita dalle mille bollicine effervescenti, nacque come rimedio per il mal di testa. All’epoca non aveva gli stessi ingredienti che contiene oggi: era composta da foglie di coca. Oggi, le foglie di coca sono ancora presenti all’interno della Coca-Cola ma, a differenza degli anni passati, vengono decocainizzate, ossia gli viene tolta la sostanza che provocherebbe gli stessi effetti di quando si fa uso di cocaina.
All’epoca, le foglie non venivano trattate, ed è forse per questo che la bevanda riusciva a curare il mal di testa di chi ne faceva uso.

John S. Pemberton chiamò la sua creazione “Pemberton’s French Wine”. Stupiti che non si chiamasse già Coca-Cola? Il motivo è semplice: colui che diede alla bevanda il nome che ormai tutti conosciamo fu Asa Candler. Asa Candler acquistò da Pemberton, che aveva molti debiti, la formula della Coca-cola.

Asa apportò delle modifiche considerevoli a questo farmaco, facendo così in modo che tutti potessero berla, sia grandi che piccoli. Per prima cosa Candler sostituì il vino con estratto di noci di cola e poi decocainizzò le foglie di coca. L’ultimo passaggio fu cambire il nome in Coca-Cola, nome che fu preso dalle prime parole dei due ingredienti cardine: il succo di cola e le foglie di coca.

Negli anni venti la Coca-Cola entrò ufficialmente in commercio e fu un vero e proprio successo a livello mondiale. La Coca-Cola era, ed è vestita tuttora, dalla The Coca-Cola Company, che possiede altre due bevande molto famose e amate in tutto il mondo: la Fanta e la Sprite. Ormai sono 100 anni che questa bevanda accompagna generazioni e generazioni di persone portando allegria ogni volta che la si beve, specialmente in compagnia.

Alessandro Armillas

Lascia un commento