Ammazzacaffè
Scriviamo cose, intervistiamo gente

Alberti Fashion Day

da 18 Mar 2015Presente0 commenti

Le lezioni, oggi, per alcuni di noi studenti del Leon Battista Alberti, si sono spostate nell’aula magna del nostro istituto, per dare spazio al “L’Alberti Fashion Day”.
Il progetto è nato con l’idea di costruire un incontro tra la classe del Sistema Moda, il Laboratorio Teatrale gestito dal Prof. Maselli e sviluppato dagli studenti e la giovane stilista Diana Barbur, titolare dello show-room “Mashenka” a Oradea, nella storica regione della Transilvania.
La stilista è infatti stata ospite dell’Istituto nella giornata di oggi, insieme a due delle sue collaboratrici, che si occupano rispettivamente dell’amministrazione e della comunicazione.

La nostra ospite ha messo a disposizione le sue creazioni, sia per i ragazzi del sistema moda, sia per il Laboratorio Teatrale, in particolare per lo spettacolo “Immaginate una notte a Pietroburgo” che si svolgerà il 6 giugno al Teatro Vascello.

image

 

La giornata dedicata al progetto è stata inaugurata dal discorso di ringraziamento della Preside Carolina Guardiani ed è proseguita con la sfilata realizzata da alcune ragazze del nostro Istituto, che indossavano vestiti creati dalle rispettive famiglie.

Successivamente, invece, abbiamo potuto ammirare la collezione primavera/estate della stilista Barbur, indossata da modelle professioniste.

image

 

A questa giornata, inoltre, hanno partecipato: la Prof.ssa Renata Cercel, docente universitaria e psicologa; un docente del Conservatorio di S. Cecilia; una parte del collegio docenti e alcuni genitori dei ragazzi del Sistema Moda.

L’artista ha fatto poi un discorso rivolto alla classe del Sistema Moda, sostenendo che nel mondo della moda non esistono regole e che tutto è possibile, se davvero si crede ai propri obiettivi.
Ha riportato alcuni dei suoi pensieri, come ad esempio rendersi conto con il tempo che l’importante non è saper confezionare un vestito, ma piuttosto avere un’idea dalla quale far partire un preciso progetto.
Ha portato come esempio la sua storia in prima persona, poiché nella sua casa di moda è lei che si occupa della parte creativa, mentre a preoccuparsi del lato pratico è la sorella.
Diana Barbur ci ha inoltre confidato che nella sua carriera si è ispirata molto alla natura: “il processo di creazione di un abito è paragonabile alla crescita di una pianta. Lento ma con grandi soddisfazioni finali.”

I ragazzi che hanno intrapreso la strada verso il mondo della moda, non possono far altro che tesoro di questa giornata e delle ispirate parole dette dalla stilista.

image

Camilla Arbore

Ammazzacaffè

Ammazzacaffè

Ammazzacaffè è un blog di studenti di scuole superiori e università in cerca di un posto dove discutere, condividere e far sentire la loro voce. In altre parole: scriviamo cose, intervistiamo gente

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ammazzacaffè è un laboratorio di comunicazione digitale che unisce studenti da tutta Italia in uno luogo virtuale dove scoprire, discutere e condividere informazione con uno sguardo sul presente dal futuro.

Altri articoli