Ammazza che anno!

1601132_915847951764340_8365072372623905909_n (1)Sono passati 3 anni da quel giorno di novembre in cui, riuniti intorno a un tavolo nella biblioteca della scuola, eravamo pochi e disorientati. Ci guardavamo un po’ intimiditi, in attesa di capire cosa dovevamo fare e cosa sarebbe stato questo “blog d’istituto”.

Molto è cambiato. Sopratutto nell`ultimo anno.
Nuovi membri della redazione, nuovo sito, nuovo nome e anche nuovi obiettivi.
Le nostre aspettative per questo 2014 sono state ampiamente superate e quello che è nato come semplice progetto extra scolastico, in realtà, sta diventando molto di più.
Negli ultimi 12 mesi siamo cresciuti tantissimo, in tutti i sensi.
Ormai non siamo più riuniti intorno a un tavolo, in biblioteca o nella prima aula disponibile dell`istituto. Abbiamo finalmente una nostro spazio. Un posto creato da noi. Un posto che possiamo chiamare “casa”.
È cresciuto anche il nostro sito, e noi, finalmente, cominciamo a sembrare una vera redazione. Anche se siamo sempre in cerca di nuove leve.
È cresciuto, si spera, anche il livello dei nostri articoli, perché, in fondo, il blog è nato anche per quello.
E per ultimo, ma non meno importante, siamo cresciuti noi come persone, che forse, anzi, è la cosa più importante.

Tutto questo non è ovviamente solo merito nostro.

Abbiamo una lunghissima lista di persone da ringraziare, sperando di non dimenticare nessuno.
Innanzitutto i prof che ci hanno guidato in questi anni e, si spera, ci guideranno in futuro: le professoresse Veronica Giannini e Arianna Gusmano e il professor Mario Cifariello; la preside del nostro istituto, Carolina Guardiani, che ci ha sempre sostenuto nel nostro lavoro e ci ha concesso un’intera aula solo per noi. In generale, un grazie va anche a tutto il corpo docenti della nostra scuola, che ci ha sempre supportato e sopportato.

Ringraziamo poi tutti quelli che hanno collaborato con il nostro blog, concedendoci interviste che ci hanno aiutato a crescere molto: tutta la fantastica compagnia del Ratto d`Europa, in particolare Lino Guanciale, che ci ha guidato nel progetto di scrittura teatrale presso il teatro Argentina, progetto che, oltre a regalarci un’esperienza straordinaria, ci ha uniti moltissimo come gruppo; l`attore Gianmaria Martini, lo scrittore Sandro Bonvissuto, i kuTso (che parteciperanno al prossimo festival di Sanremo) e tutta la compagnia del Ratto, per essersi sottoposti alle nostre domande mentre imparavamo come si fa un’intervista. Ringraziamo anche Renato Minei, che ci ha aiutato a disegnare il nostro logo, e i giornalisti Diletta Parlanegeli e Alessio Jacona, per la lezione che ci hanno offerto su come si diventa giornalisti.
Vorremmo ringraziare anche i molti studenti che ci hanno offerto idee e confronti, passando per il blog, per poi prendere altre strade.

Grazie a tutti per averci fatto crescere sotto tutti i punti di vista e per aver reso quest`esperienza ancora più bella.
Infine, siccome siamo un po’ egocentrici, ci ringraziamo anche da soli, per il duro lavoro svolto e, talvolta, per le ore di sonno perse;-)

Non possiamo che sperare in un 2015 ancora migliore!

Grazie ancora una volta a tutti e… buon anno!

La redazione

2 commenti

  1. Arianna Gusmano dice: Rispondi

    Siete una gioia! Articoli interessanti, riflessioni profonde, partecipazione e grande sensibilità. BRAVI! Per noi prof. siete una vera consolazione! Vi auguro di essere protagonisti del vostro futuro! Vi meritate tutto quello che sognate e… Continuate così!
    Arianna Gusmano

  2. domenico dice: Rispondi

    La prof. Arianna Gusmano è una grande, una delle migliori prof avute. Ve lo dice un suo ex alunno di circa 25 anni fa..

Lascia un commento